mercoledì 26 novembre 2008

Pane simil-Altamura

Per l'ottima riuscita di questo pane devo ringraziare tre amiche bloggine, le nominerò strada facendo....
Quando ho visto lo spettacolare pane di Altamura con pm della mucca più pazza del mondo Camalyca, me ne sono innamorata ed ho deciso di emularla.
Convinta di aver tutti gli ingredienti, ieri ho iniziato la grande impresa.
Ma, la semola rimacinata non era sufficiente.......
Che fare? Lasciar perdere oppure integrare con la manitoba?
Ho optato per la seconda ipotesi. Per questo è simil-Altamura.

Ed eccolo appena sfornato

La parte inferiore

Questa mattina a colazione con marmellata e caffelatte

Zoom su fetta con marmellata

A pranzo con pomodoro, olio e sale in compagnia di basilico e camembert

Ed eccoci a noi:
Ho legato la pm, appena rinfrescata, come ben suggerito dalla panificatrice per eccellenza, Manuela

Dopo un'ora e mezza circa, eccola

in tutta la sua nuova forza

Ne ho preso 150 gr
350 gr di semola rimacinata
150 di manitoba
300 gr di acqua
10 gr di sale
Verso le 14:00 ho messo nella macchina del pane l'acqua, la pm spezzettata, e le farine a piccole dosi. Per ultimo il sale, quando il tutto era ben amalgamato.
Dopo 30 minuti circa, ho spento la macchina del pane e l'ho coperta con del nylon, consiglio utilissimo della mia amica pasticcera Morena, e sopra il coperchio una leggera copertina.
Verso le 23:00 l'ho messo sul piano lavoro infarinato con semola di grano duro, ho fatto le pieghe come per il pane senza impasto (prendere i quattro lembi e portarli al centro) ed infine, l'ho messo nella teglia coperta da carta da forno, con sopra il nylon e la copertina.
Questa mattina alle 8:30 l'ho infornato a 220°per 15 minuti e poi a 200°per 40-50 minuti.
Era così bello che l'ho tagliato subito, forse avrei dovuto aspettare che si raffreddasse. Ne ho portato metà alla vicina di casa, non ci credeva che lo avessi fatto io.
Un sentito ringraziamento a Camalyca, Manuela e Morena.

Omelette con cipolla e pomodori secchi

Molte volte basta poco per preparare qualcosa di diverso,
non sempre la solita minestra!
(anche se a me la solita minestra piace!!!)
1 uovo
1/4 di cipolla
3-4 pomodori secchi
prezzemolo
sale & pepe bianco
olio evo q.b.
Ho affettato grossolanamente sia la cipolla che i pomodori secchi, li ho rosolati in poco olio evo e pepe bianco (niente sale, i pomodori sono salati).
In una padella rettangolare, appena unta d'olio evo, ho versato l'uovo leggermente sbattuto unito a poco latte, sale e pepe bianco.
Quando stava per rapprendersi ho appoggiato sopra il soffritto, tanto prezzemolo spezzettato con le mani, ed ho iniziato ad arrotolare l'omelette.
Ho fatto cuocere da tutte le parti ed il gioco è fatto.

Eccola!
Insieme ad un onigiri fatto con riso + riso nero cotto a vapore.

Anche con questa ricettina vorrei partecipare alla raccolta "CIPOLLE non solo lacrime"
ideato dal Blog Gustosa...Mente

lunedì 24 novembre 2008

Liquore al cioccolato

Preparo questo liquore per quando ho voglia di coccolarmi

Girando in rete si trovano tantissime ricette del liquore al cioccolato, ma in genere si riscontra il problema della difficoltà di versarlo nei bicchieri. Io, questo, ce l'ho sempre in freezer e si versa che è una bellezza.

Dosi e preparazioni

600 ml di latte
200 gr di zucchero semolato
220 gr di cacao, non zuccherato, in polvere
220 ml di alcol 95C

Porto ad ebollizione il latte con zucchero e cacao. Spengo il gas e faccio raffreddare. Solo in questo momento aggiungo l'alcol, mescolo ed imbottiglio. Faccio raffreddare in freezer ed è subito pronto.
E' semplicemente godurioso!!!!
********
Con questa ricetta partecipo alla raccolta
"Cibo delle coccole" di Il dolce mondo di Sara

domenica 23 novembre 2008

Polpettone con contorno di cipolline speziate

Avevo queste cipolline
e.... avendo visto la raccolta "CIPOLLE non solo lacrime"
ideato dal Blog Gustosa...Mente
ho pensato di prepararle come faccio spesso:
speziate, al forno!

In genere le accompagno ad hamburger, pollo o maiale,
ma questa volta sono andata sul quasi vegetariano
(c'è solo un uovo).
Polpettone di melanzane
Ho cotto al microonde per 5-6 minuti a 600W due melanzane.
Ho tritato 1/2 spicchio d'aglio,
un pezzo di scalogno
ed un cucchiaio di capperi,
ho unito la polpa delle melanzane (tolta con un cucchiaio),
un uovo, del pan grattato, dei semi di sesamo,
la polpa di mezzo limone, sale e pepe bianco.
Ho amalgamato il tutto ed ho formato un polpettone
che ho inserito nella buccia delle melanzane.

Cipolline speziate
Ho pelato le cipolline, segnate a croce e cotte
al microonde per 3 minuti a 600W.
Le ho sistemate in una teglia da forno e condide
con sale al rosmarino, pepe bianco ed un filo d'olio evo.
Ho unito il polpettone nella stessa teglia ed
ho fatto cuocere in forno a 200C per 20-25 minuti
Ecco il polpettone di melanzane affettato e
fatto rosolare con un filo d'olio evo
con contorno di cipolline speziate
e pomodori secchi

sabato 22 novembre 2008

Marmellata di "karin" (mela cotogno cinese)

Ecco la mia marmellata
L'altro giorno ho comprato, nel reparto alimentari di un grande magazzino, questi frutti. Qui si chiamano "Karin" ma non sono altro che mele cotogne cinesi. Sul foglietto allegato c'era la ricetta di una bevanda semi-alcolica che si prepara con questi frutti:
ingredienti
1 Kg. di karin ben lavati, asciugati e tagliati a tocchetti
1,500 Kg. di zucchero
1.800 l. di shochu 40 C
(distillato di riso, patata dolce)
preparazione
unire tutti gli ingredienti in un vaso, chiudere e conservare
in un posto buio per 1 mese
Ma io volevo preparare la marmellata perchè recentemente mi è ritornato alla mente un odore di quando ero bambina, della marmellata di mele cotogne fatta da mia madre.
Ricordi della nonna non ne ho, la nonna materna è morta quando mia madre aveva più o meno 10 anni; la nonna paterna è morta a 90 anni passati ma a lei non piaceva cucinare dato che lavorava in campagna da mattina a sera tardi.
I miei ricordi culinari sono tutti di mia madre (ormai non più tra noi), che è la nonna di mia figlia e dei suoi cuginetti.
Con questa ricetta vorrei partecipare alla raccolta
di Mara di Pan di panna "Il sapore della nonna"
Anche se la forma delle mele cotogne usate da mia madre era diversa,
la consistenza della polpa è uguale.
Le ho lavate con uno spazzolino.

Le ho sbucciate con il pela-patate
(abbastanza difficile perché è molto attaccata alla polpa),
mia madre usava il coltello
Ho diviso a pezzi e tolto i semi
(forse anche questi sono un po' diversi)

Affettate ed unite a 1/2 l. di acqua.
Ho fatto bollire per oltre 30 minuti, devono diventare morbide.
Ho passato con il passa verdure la polpa,
ormai diventata 1,300 Kg.
Ho aggiunto 700 gr. di zucchero
(forse mia madre faceva le proporzioni 1:1)
ma io la preferisco meno dolce.
La buccia grattugiata di un limone del mio giardino
Il suo succo

E, sempre mescolando per non fare attaccare il fondo,
ho fatto cuocere ancora 30 minuti

Invasato e capovolto i vasetti.
Ne ho ricavati questi 5 vasetti di grandezze diverse.
Ho mangiato il residuo della pentola in un panino delle Simili.
Godurioso!!!
Eh sì, il sapore ed il profumo mi ricordano nonna Maria!

Panini con pasta madre

Questi panini delle Simili, postati tempo fa da Manuela,
sono da me apprezzati sia come gusto
che come smaltitori di p.m. eccedente
Ingredienti
250 gr di pasta madre
250 gr farina
80 gr zucchero (in origine ne richiede 160 gr)
150 gr tra uva passa, noci e semi di girasole
100 gr latte
50 gr burro morbido
1 uovo
1/2 cucchiaino di sale


Dopo 6-7 ore di lievitazione la pasta madre è pronta per essere usata. Pronti anche l'uva passa ammollata ed infarinata, le noci ed i semi di girasole.

Quando rinfresco la p.m. metto in un contenitore separato ciò
che mi servirà subito e in quello più grande
la p.m. residua già porzionata per evitare che,
in caso di ulteriore utilizzo parziale, io sia costretta
a infastidire e spezzettare la totalità della p.m.

****
Ho messo nella macchina del pane burro, zucchero, uovo, latte e pasta madre.
Quindi la farina e, quando tutto si è amalgamato, il sale.
Ho fatto andare la macchina per 30 minuti, ho diviso in 3 panetti
ed in ognuno di questi ho unito l'uva passa, le noci e i semi di girasole.
Ho dato la forma dei panini ed ho messo nella teglia
che ho coperto con pellicola + strofinaccio
e poi in un sacchetto di plastica.
Quindi in frigo perché era diventato abbastanza tardi.
Altrimenti basta far lievitare sino al raddoppio.
L'indomani mattina ho tolto la teglia dal frigo ed ho fatto lievitare
coprendo con una leggera copertina.
La sera verso le 18:00 ho fatto cuocere a 180°per 15-20 minuti

Peccato che la parte inferiore si sia cotto troppo
(colpa del mio forno),
meno male che il sapore non ne ha risentito.

venerdì 21 novembre 2008

Premio fantasia

Questo premio mi è stato donato dalla mia cara amica Manuela di ....profumi e colori......
Ed oggi, 13 gennaio 2009, l'ho nuovamente ricevuto dalla dolce dolce May26
Sono veramente felice di riceverlo
Il regolamento è semplice:
Vanno premiati 2 blog che secondo voi spiccano sugli altri per grafica, colori, temi e quant'altro ...
I premi vanno comunicati tramite post ai diretti interessati ...
Chi riceve il premio, incolla nel blog l'icona del premio e a sua volta lo riassegna ...

Io lo vorrei consegnare a Sarachan e Lucy di blogGoloso per le loro meravigliose e fantastiche creazioni e a Milla di Il mondo di Milla sia per i suoi manicaretti che per le splendide foto.

Senza la fantasia il mondo sarebbe ancora nel buio più profondo

martedì 18 novembre 2008

Le Brioche Light di Pamy

Ho fatto le brioches light di Pamy e sono state una rivelazione
Eccole!!!
Le ho rifatte anche con il lievito naturale in coltura liquida (licoli) e sono ancora più buone :))
Ho usato gli stessi ingredienti di Pany ed
in più ho aggiunto il succo di mezzo limone.
La preparazione l'ho seguita passo passo.

Ingredienti
farina forte 250 gr
1 uovo intero
ricotta 100 gr
zucchero 6 cucchiai
lievito secco 1/2 bustina
vanillina 1 bustina
latte q.b.
succo di 1/2 limone
Preparazione
Unire gli ingredienti ed impastare bene, modellare a palla
e far lievitare fino al raddoppio (2 ore circa).
Dare la forma di brioche e far lievitare ancora 3 o 4 ore.
Spennellare la superficie con il tuorlo d'uovo
(io non con uovo, ma con latte)
ed infornare a 180C per 30 minuti circa.
Farcire a piacere con: nutella, miele, marmellata, ecc.
Sono buonissime anche al naturale.

L'interno
Con nutella.
Anche il giorno dopo erano squisite!
Grazie Pamy!!