martedì 31 marzo 2009

E' primavera, tempo di hanami!


Finalmente ...... è arrivata la primavera (anche se la temperatura è ancora bassina)
Sono fioriti i sakura (ciliegio da fiore) ed è prassi fare hanami (picnic sotto gli alberi di ciliegio in piena fioritura) con obento.

Un primo piano di un rametto di fiore di ciliegio, stanno già spuntando le prime foglie verdi e i sakura perdono il loro candore che piace tanto ai giapponesi.
Purtroppo, per quest'anno è finito il periodo di hanami!

In genere si prepara obento oppure si fa barbecue negli spazi ampi dei parchi.
Ma si mangia tassativamente sotto gli alberi di sakura, apprezzando ed ammirando la bellezza dei fiori.
Nel primo scomparto di obentobako (portavivande) ho messo: due onigiri, uno con umeboshi e l'altro con sesamo nero, entrambi avvolti in alga nori.

Nel secondo scomparto: spaghetti avanzati la sera precedente, spinaci con sesamo e salsa di soya, fragole.
Questo è un obento molto povero, in genere contiene: pollo fritto, pesce, omelette, uova sode, fagioli dolci, ecc. oltre quello che ho messo io (qui per vedere come preparare obento).

alcune foto di "hanami"

dello scorso anno.

I sakura di Fukuoka sono fioriti completamente da 4-5 giorni, ormai i petali cadono copiosi formando uno strato ovattato ai piedi dell'albero.
Quelli di Tokyo saranno completamente fioriti domani o dopodomani, gli ultimi a fiorire saranno quelli dell'isola di Hokkaido (l'isola più a nord del Giappone)
Queste notizie si possono sapere con molti giorni di anticipo, in TV e su Internet ci sono le previsioni della fioritura.


In un piccolo parco.
Oggi sono andata dal dentista ed ho fatto un giro lungo per poter fotografare lo spettacolo che riservano ogni anno i sakura.


Sulla riva del fiume, di lato a oggetti di culto.

Fiori che si rispecchiano nel fiume.

Nel parco dell'ospedale universitario.

Ma non è ancora finito il periodo dei sakura che è già fiorita l'azalea japonica


Anche questi fiori sono stupendi, ma hanami (il picnic) si fa solo sotto i sakura.ideata da bebs del blog desperate.houseviz

Questo post partecipa alla raccolta ricette da schiscétta
ideata da Babs del blog Desperate Houseviz

lunedì 23 marzo 2009

Scambio link

Ho visto un post sul blog di Caty "I petali di rosa" che mi ha entusiasmato, tratta dello scambio link.

Per questo inserisco lo stesso post anch'io per dare avvio allo scambio link.

Oltre ai link già esistenti nell'elenco "Lettori fissi" e "Blog amici" sarebbe bello aggiungere anche quelli di tutti coloro che siano disposti allo scambio, che può essere utile a tutti.
Infatti come potete leggere su Wikipedia

il pagerank è facilmente riconducibile al concetto di popolarità tipico delle relazioni sociali umane, ed indica, o si ripromette di indicare, le pagine o i siti di maggiore rilevanza in relazione ai termini ricercati.

In parole povere più siete linkati, più google darà importanza al vostro blog (almeno in parte, perchè notevole importanza ha la qualità del blog, e questo è più che giusto!).
Questa immagine riassume il significato del Pagerank














Se siete d'accordo, inserite in un elenco di link
http://cedimezzoilmare.blogspot.com/
col nome
C'è di mezzo il mare e
http://annasoloanna.blogspot.com/
col nome anna solo anna
sul vostro blog e poi comunicatelo in questo post lasciando nei commenti il link e il nome del vostro blog.
Ringrazio chi vorrà aderire allo scambio!



Elenco scambio link

-
anna, solo anna
- A new kind of GPS
- bimbylandia
- la cuoca eclettica
- Il blog di Umberto
- I petali di rosa
- maremè
- Profumi e colori
- Stray in Japan
- Non sarà un'avventura
- Il Blog Attualità Psicologia
- Amici 9 e... oltre
- All Technology
- Food and Foodies
- Koala
- Sul Giappone
- L'alimentazione nel basso Medioevo
- My Fairy Queen
- Il trovaricette
- Battito d'ali

- Girovagate Blog
- Pan con l'olio
- Creazione siti ecommerce
- Anigraficfoto
- Viaggi Capodanno
- Lo specchio ti riflette
- Sardegna Ricordi
- Gabriele Gualco in viaggio
- Sfondi cellulare gratis
- Psicologia e Salute
- Arabafelice in cucina
- TheGustibus: Cibo e Dintorni
- La Mora di Gelso
- La cucina dello Stregone
- Fabipasticcio
- GOODWORLDMUSIC online radio station
- L'acqua che bolle fa blog blog
- www.dolci-ricette.com
- www.ricette-cucina-ricette.com/
- Wagashi Stories
- La cucina gialla
- Dillo cucinando









sabato 21 marzo 2009

Curry rice e premi


Penso di non aver mai postato il "Curry Rice", piatto molto apprezzato dai giapponesi, anche se le sue origini non sono nipponiche ma indiane.
E' un piatto di facile realizzazione, lo si può preparare anche in anticipo.


Come specifica la ricetta riportata sulla scatola delle tavolette di curry, servono:
PER 8 PERSONE
320 gr di carne di manzo
500 gr di cipolla
225 gr di patate
150 gr di carote
2 cucchiai di olio di semi
metà confezione di curry in tavoletta (4 cubetti)

Io ho usato
250 gr di manzo
1 cipolla grande
2 carote piccole
4 patate piccole
1 patata americana media
1 cucchiaio di olio di semi
erbe aromatiche a piacere
2 cubetti di curry
un poco di sake
un poco di sale

Abbiamo mangiato in due e n'è avanzata una porzione, l'ho congelata prima di aggiungere il curry


Far soffriggere nell'olio di semi, la carne di manzo a piccoli pezzi e le cipolle affettate.
Quando la cipolla diventa quasi trasparente, sfumare con un poco di sake e, quindi, aggiungere molta acqua le patate e le carote sbucciate e tagliate a cubetti.


Io ci metto anche gli odori, un po' di erbe aromatiche del mio giardino: salvia, timo, origano, lauro, rosmarino e zenzero (quest'ultimo comprato) che inserisco in un sacchetto-filtro da tè.


E quindi, nella zuppa che ormai bolle.
Lasciarla sobbollire sintanto che la carne non diventi tenera


Qui è pronta per essere unita alla tavoletta del curry


che è questo quadratino, che sciogliendosi colorera la zuppa di un bel color bronzo e darà sapore alla zuppa.


Questa è la confezione con un cubetto di curry in evidenza.
Ce ne sono tre tipi: piccante, medio, dolce. Io uso il tipo dolce.


E' pronto da essere accompagnato al riso cotto a vapore.


E' un piatto che piace molto anche a me, nonostante che il suo contenuto calorico sia abbastanza elevato.


1 cubetto, che serve per un piatto, ha 104 kcal.
1 piatto di curry con verdure ha 228 kcal, a queste si devono aggiungere quelle del riso a vapore.


In un mega-supermercato: Vendita straordinaria di tavolette di curry di tantissime marche e qualità.



E dopo esserci appagati con le cibarie, andiamo a cose esenti da kcalorie, Caty del blog I petali di rosa mi ha regalato questo bellissimo premio.
La ringrazio del gradito pensiero.


Le regole sono: scrivere 8 cose che ci prefiggiamo di fare ed assegnarlo ad altrettanti blog linkandoli.

Allora, io mi prefiggo di:
  1. finire di leggere quel libro che dorme sul comodino
  2. chiedere alla vicina altri "daidai" (arance amare) per farne marmellata
  3. lavare i denti a Flora (il nostro fido amico)
  4. trasferire le foto su un CD prima che il computer scoppi
  5. il primo del mese togliere la pagina del mese precedente dal calendario
  6. scrivere a Sara di Novi
  7. fare meno spesa, altrimenti mi tocca comprare altre credenze
  8. correggere la postura, mi fa male il piede destro
E il 2 aprile 2009 ho ricevuto da Manuela di Profumi e colori sia il premio precedente che quest'ultimo. La ringrazio dei bellissimi regali!

Dovrei passare i premi ad altri 8 blogger ma, per non fare torto a nessuno, li metto a disposizione di chi lo desidera.

Prego, prendeteli insieme ad un piatto di curry rice, ne sarei felice!

domenica 15 marzo 2009

Medaglioni di polenta al latticello


Mi avanzava mezzo litro di latticello del formaggio fresco, avrei dovuto congelarlo per la prossima produzione, ma per fare la ricotta avevo aggiunto il succo di 1/2 limone ed ho pensato che forse sarebbe stato meglio tenere come riserva del latticello puro.

Quindi, ci ho aggiunto la buccia grattugiata ed il succo del 1/2 limone avanzato, sale, un po' di lemon grass (citronella) tagliuzzato, ho portato a bollore ed unito 100 gr di polenta istantanea. Ho fatto cuocere per 2-3 minuti sempre mescolando.

Ho frullato con il pimer ed aggiunto del pepe giapponese.
Ho schiacciato la polenta con le mani alta 1 cm circa.
Con un coppapasta ho tagliato dei medaglioni che ho fatto cuocere in forno a 180° per 15-20 minuti.

Li ho mangiati con questi..........



Ma anche con un velo di marmellata di arance e limoni sono uuuuuuuummmmmhhhh.........

sabato 14 marzo 2009

Il mio kit per il formaggio


Il mio primo formaggio fresco fatto con caglio animale.
Il 13 marzo mi è arrivato il kit per il formaggio, era da tanto che ci pensavo e finalmente l'ho comprato .......... E adesso chi mi ferma più!!!!!!!!!!!!!
Sono riuscita a realizzare il formaggio seguendo le istruzioni allegate al kit ma, più che altro, curiosando nel post di Dormiglia sul forum Peccati di Gola e di Amicizia, lei ha fatto una formaggetta.


Ho acquistato il kit su Internet, contiene: termometro, sacchetti in garza, micro cucchiaino, cut per la tagliata e un piccolo flacone contenente 1 gr di caglio.
Comprando il kit le spese di spedizione non vengono addebitate. Se, invece, si acquista solo un flaconcino di caglio le spese di spedizioni superano il suo costo .......... incredibile!


Come inizio mi sono tenuta alle piccole quantità: un litro di latte pastorizzato misto a 15 gr di yogurt naturale riscaldati a bagnomaria fino a 36° nel quale ho versato il caglio (1 e 1/2 micro cucchiaini) sciolto in 10 cc di acqua con 1/2 cucchiaino di sale.


Bisognava mantenere costante per un'ora questa temperatura, facile a dirsi.....
Ho dovuto riaccendere il gas alcune volte.


Alla fine ecco il formaggio fresco, questa è la produzione della prima cagliata, 170 gr circa.
Ho evitato di far sgocciolare molto il formaggio per non farlo diventare stopposo.
Ho provato a fare la ricotta ma non riusciva a cagliare, ho aggiunto un poco di succo di limone e, dopo tanto, se n'è formata pochissima.
Mi sento tanto piccola pastorella.....!!!!!!! Che soddisfazione!!

giovedì 12 marzo 2009

Pane ai due lieviti (pm e di birra)


Invogliata dalla bellissima ciabattina fatta da Manuela, l'ho fatta ma ....... con lievito di birra e pasta madre. Ne ho fatte due, una con olive taggiasche e l'altra con basilico secco.
(Il primo a sinistra è il mio pane con farine miste)


farina debole 200 gr
semola rimacinata 50 gr
pasta madre 100 gr
lievito di birra 4 gr
acqua 185 gr
malto (o miele) 1/2 cucchiaino
sale 1 cucchiaino
olive taggiasche qb
basilico secco qb


Ho sciolto il malto ed il lievito di birra in 175 gr di acqua appena tiepida.
Ho spezzettato la pasta madre (rinfrescata nella mattina) e l'ho messa nel liquido con il lievito di birra e, con le dita, l'ho fatta sciogliere ed ho unito il tutto alle farine setacciate.
Ho amalgamato con una forchetta ed ho unito il sale sciolto in 10 gr di acqua tolta dal totale


Quando era ben amalgamato, ho coperta la ciotola con della pellicola e chiusa in una busta da supermercato.
Ho fatto lievitare per 2 ore, quindi ho trasferito l'impasto sulla carta da forno infarinata e l'ho diviso, in metà ho messo delle olive taggiasche snocciolate e con la spatola ho chiuso l'impasto; nell'altra metà ho messo del basilico che avevo fatto seccare lo scorso anno.
Ho infornato a 220C per 30 minuti cerca.

Considerazioni
Non si sente l'odore di lievito.... si fa subito ......... e si mangia in un battibaleno!

Gnocchi, noci e pepe bianco


Oggi avevo ospiti a pranzo e ho voluto cimentarmi con una ricetta pseudo facile e veloce:
gnocchi di patate a pasta gialla con crema alle sottilette e funghi e su tutto pepe bianco e gherigli di noci

per gli gnocchi
500 gr di patate a pasta gialla
200-250 gr di farina
1 cucchiaio di burro
1 uovo
sale
per la salsa
200 gr di funghi freschi
3 sottilette
200 ml di latte
2 cucchiai di olio evo
1 spicchio d'aglio
parmigiano qb
gherigli di noci qb
sale e pepe bianco qb

Prima di tutto ho preparato gli gnocchi, purtroppo l'uovo era un po' troppo grande ed ho dovuto usare più farina di quanto avessi programmato.
Ho sbucciato e tagliato a tocchetti le patate e le ho fatte cuocere nel microonde fintanto che si sono ammorbidite (ma si possono anche bollire), le ho prima schiacciate e poi passate al setaccio per avere un composto senza grumi.
Ho amalgamato e compattato patate, uovo, farina, burro e sale. Ho allungato e tagliato a piccoli pezzi l'impasto e, con l'aiuto dei rebbi di una forchetta, ho dato la forma agli gnocchi.
Li ho allineati su un vassoio coperto da carta forno cosparsa di farina e lasciati asciugare tutta la notte.

La salsa
Ho frullato i funghi, le sottilette, l'aglio, il latte ed un poco di sale sino a fare una crema.
Ho versato in una padella capiente l'olio, la crema ed un mestolo di acqua di cottura degli gnocchi che nel frattempo stavano cuocendo in acqua bollente salata ed ho fatto cuocere per pochi minuti.
Ho scolato gli gnocchi con un mestolo bucherellato e li ho uniti alla crema.
Ho fatto insaporire, impiattato e cosparso di parmigiano, gherigli di noci sbricciolati e una generosa grattata di pepe bianco.

Beh.... tutti abbiamo fatto il bis......!!!!!!! Ed anche la scarpetta....!!!!!

mercoledì 11 marzo 2009

Non posso fare a meno di......




Morena di Menta e Cioccolato ed il 15 marzo anche May26 di Il dolce forno di May mi hanno passato questo meme che consiste nell'elencare le cose a cui non riesco a rinunciare....

Non penso che la lista di ciò a cui rinuncio a fatica sia molto originale, sarà molto simile a quella di altri blogger......

  1. Internet
  2. il computer
  3. msn
  4. Skype
  5. La connessione

Dovrei passarlo anche ad altri 5 amici blogger ma..............