domenica 29 novembre 2009

Tagliatelle alle erbe aromatiche


Sempre alla ricerca di ricette facili e che richiamino i sapori dell'Italia, mi sono imbattuta nella ricetta"Pappardelle con faraona", pubblicata ne Gli Speciali Quadratum n.11 de La Cucina Italiana del 2004, e me ne sono innamorata.
Ma qui non è facile procurarmi la faraona e poi.... le pappardelle non sono un formato di pasta di mio gradimento.
Presto fatto..... si cambia!!!!!!

"Tagliatelle alle erbe aromatiche con tocchetti di pollo"

Il risultato è ....... issime!!!!!!!!!!


Dose per 2-3 persone
Pasta
75 gr semola rimacinata
75 gr farina 00
1 uovo
acqua (se necessaria)
erbe aromatiche (ho usato: prezzemolo e origano)
sale
Condimento
150 gr di filetti di pollo
100 gr di panna da cucina
1 scalogno
stimmi di zafferano
vino bianco
olio evo
sale e pepe
noce moscata


Lavare bene le foglie delle erbe aromatiche ed asciugarle
Impastare bene gli ingredienti, dividere in 4 pezzi, tirare ogni sfoglia abbastanza spessa, su una distribuire le foglie di prezzemolo e su un'altra le foglie di origano.
Ricoprire con le due sfoglie lasciate da parte. A questo punto ci sono solo 2 sfoglie da stendere.
Dividere ognuna di esse in tre e continuare a stendere sino all'ultima tacca della macchina della pasta. Quindi con la trafila appropriata, fare le tagliatelle.

Ridurre a bocconcini i filetti di pollo, affettare lo scalogno, mettere gli stimmi di zafferano nel vino bianco.

In una padella soffriggere in poco olio evo i bocconcini di pollo da tutti i lati, salare e pepare. Metterli da parte. Nello stesso fondo far appassire lo scalogno, sfumare con il vino allo zafferano.

Unire la panna e, dopo alcuni minuti, i bocconcini di pollo. Far cuocere le tagliatelle (da che riprende il bollore, basterà contare sino a 20 e spegnere il gas) e versare nella padella.
Se necessario aggiungere un poco d'acqua di cottura.

Saltare velocemente, grattarci un poco di noce moscata e servire.

Ottimo piatto di facile realizzazione

martedì 24 novembre 2009

Pandoro delle Simili con lievito liquido


E dopo il Panettone, mi sono cimentata anche con il Pandoro!!!!
E' da tantissimi anni che non mangio il pandoro, onestamente non mi ricordo bene il suo sapore.
Mi sembra di ricordare che ha un sapore abbastanza forte di burro, e che è ricoperto di zucchero a velo.
Per questo ho cercato di seguire il più possibile la ricetta originale delle Simili. Ma, per soddisfare la mia voglia di usare il lievito liquido (licoli), per forza maggiore ho dovuto modificarla.
Non potevo fare la dose intera, avrei dovuto usare lo stampo da pandoro da 3 litri che non avevo, ed in più, se il risultato fosse stato un disastro?................... ?????
Ne ho fatta metà dose ed ho riempito 3 stampi piccoli da panettone.


Questa è la fetta, mangiata con lemon curd, vi assicuro che è .............issima!!!!!!!! ^-^


Ho provato anche a metterli in piedi al contrario, come dei baba. D'effetto, ma per niente pandoro!


Solo uno diviso a metà e fotografato nella posizione baba.

N.B. licoli rinfrescato 3 volte venerdì (alle 8:00, 16:00, 24:00), e 2 volte sabato (alle 8:00, 14:00) nelle presenti proporzioni: licoli 100%, acqua 100%, farina di forza 100%:
(venerdì)
Ho fatto 3 rinfreschi
ore 8:00 .......... 20 gr di licoli + 20 gr di acqua + 20 gr di farina di forza
ore 16:00......... 60 gr di licoli + 60 gr di acqua + 60 gr di farina di forza
ore 24:00........ 180 gr di licoli + 180 gr di acqua + 180 gr di farina di forza

(sabato)
ore 8:00 ....... 20 gr di licoli rinfrescato il giorno prima (venerdì) + 20 gr di acqua + 20 gr di farina di forza
ore 14:00 ....... 60 gr di licoli + 60 gr di acqua + 60 gr di farina di forza

(Con licoli eccedente ho fatto il poolish e poi diversi tipi di pane.)


Sabato ore 23:30 ..... Lievitino

INGREDIENTI
15 gr di licoli rinfrescato 5 volte
30 gr di acqua tiepida
15 gr di farina di forza
1/2 cucchiaino di zucchero


Sciogliere licoli con l'acqua tiepida, unire lo zucchero, la farina e mescolare con un cucchiaio.
Avvolgere con una copertina e far lievitare.

Domenica ore 7:00 ..... Primo impasto

INGREDIENTI
100 gr di farina di forza
tutto il lievitino
10 gr di licoli lasciato da parte a temperatura ambiente
13 gr di zucchero
15 gr di burro (lasciato a temperatura ambiente dalla sera precedente)
1 cucchiaio d'acqua
1 uovo


Nella planetaria sciogliere i 10 gr di licoli con il cucchiaio d'acqua, aggiungere il lievitino, lo zucchero, l'uovo e la farina e mescolare con un cucchiaio. Unire il burro ammorbidito a temperatura ambiente e far mescolare con il gancio a foglia, far amalgamare bene il tutto.
Travasare in una ciotola leggermente imburrata, coprire e far lievitare fino al raddoppio (6 ore circa).

Domenica ore 13:00 ..... Secondo impasto

INGREDIENTI
130 gr di farina di forza
primo impasto
50 gr di zucchero
1 uovo
1/2 cucchiaino di sale
1/2 stecca di vaniglia (i semini)

(50 gr di burro per sfogliare)


Rimettere nella planetaria il primo impasto lievitato, l'uovo, lo zucchero, la farina, il sale e i semi di vaniglia e far mescolare bene con il gancio a foglia.
Mettere l'impasto in una ciotola, leggermente imburrata, e far lievitare fino al raddoppio.
L'impasto è abbastanza morbido.

* Domenica ore 20:00 ..... Mettere l'impasto in frigo per 30 minuti o anche di più.
* Domenica ore 21:00 ..... Unire il burro all'impasto e, con una spatola, cercare di amalgamare il tutto. Mettere in frigo.
* Domenica ore 22:00 ..... Con l'aiuto di una spatola, ripiegare l'impasto. Mettere in frigo.
* Domenica ore 23:00 ..... Con l'aiuto di una spatola, ripiegare l'impasto. Mettere in frigo.
* Domenica ore 24:00 ..... Dividere in tre parti (ognuno 185 gr circa) e con le mani imburrate, fare una palla ed inserirla nello stampo imburrato. Continuare con le altre due parti. Mettere a lievitare in luogo caldo.

Io li ho messi nel forno a 30°C per un'ora circa, ho coperto l'imboccatura del forno con una coperta, per non far disperdere il calore creatosi, ed ho lasciato lievitare per tutta la notte.


* Lunedì ore 9:00 ..... Ho riacceso il forno a 30°C per far lievitare sino al bordo dello stampo ( 3 ore circa).


* Lunedì ore 12:00 ..... Infornare a 170°C per 15 minuti, poi abbassare a 160°C e continuare per altri 10 minuti.
Sformare e far raffreddare. Cospargere con zucchero a velo.


Considerazioni:
- L'impasto è molto morbido, per questo non si può sfogliare come da ricetta originale.
- Gli orari sono indicativi, io l'ho fatto nei ritagli di tempo (avevo, in contemporanea, parenti a casa arrivati per la cerimonia del primo anniversario di morte di mia suocera)
- Ho usato solo 50 gr di burro per sfogliare, ma se ne può usare sino a 70 gr, se si preferisce il sapore burroso (per me andava bene così)
- Uno l'abbiamo mangiato appena si è raffreddato, moooolto buono!! Gli altri due li ho divisi a metà, avvolti in pellicola per alimenti, imbustati e messi in freezer.
- Direi che anche questo esperimento sia andato abbastanza bene ^-°

*******************************
Altri link relativi al lievito liquido (licoli)
*******************************


 

domenica 22 novembre 2009

Pane con fiocchi d'avena con lievito liquido


Dà veramente tanta soddisfazione usare il lievito liquido (licoli).
Questa volta mi tentava l'idea di usarlo con i fiocchi d'avena, ho fatto delle ricerche nei siti giapponesi ed ho trovato questa ricetta che ben si adatta a quello che intendevo fare, anche se ho diminuito la dose ed ho fatto alcune modifiche.

60 gr di fiocchi d'avena
100 ml acqua calda
200 gr di farina di forza
170 gr di lievito liquido (licoli) molto attivo (pseudo-rinfreschi)
15 ml di latte
1 cucchiaino di malto
1/2 cucchiaino di sale
80 ml di acqua tiepida

Versare tutta l'acqua calda sui fiocchi d'avena, mescolare e far assorbire.
In un terzo di acqua tiepida sciogliere licoli e malto, unire i fiocchi d'avena, la farina e la restante acqua. Far sciogliere il sale nel latte ed unirlo all'impasto. Mettere tutto nella planetaria e far mescolare per qualche minuto. E' un impasto molto morbido, poco gestibile con le mani.
Versare l'impasto in una ciotola con carta forno e, con l'aiuto di una spatola, dare una forma arrotondata. Dopo un'ora, sempre con la spatola, ridare la forma arrotondata.
Far lievitare fino al raddoppio, infornare a 200°C per 30 minuti circa


E' un pane squisito, buono anche a distanza di giorni.
Non serve neanche riscaldarlo perché rimane morbido.
Dopo tre, quattro giorni è ancora buonissimo e profumato.

*******************************
Altri link relativi al lievito liquido (licoli)
*******************************

mercoledì 18 novembre 2009

Panettone delle Simili con lievito liquido



"""FACCIAMO IL PANETTONE INSIEME DAL 3/12/2010?"""
Panettone delle Simili fatto con tante amiche
 

La ricetta è quasi pari pari a quella del "Panettone milanese", delle mitiche sorelle Simili !
Ho voluto fare la prova del panettone con lievito liquido con molto anticipo giusto per vedere se ne veniva fuori qualcosa di mangiabile.
Invece è venuto ottimo sia d'aspetto che di sapore.
Certamente, il fatto di non avere lo stampo per panettone ha influenzato un po' sulla forma, ma ho cercato di ovviare a questo problema con l'aiuto della carta forno. Ne ho fatti due: uno piccolo ed uno grande.
Questa foto l'ho scattata di sera, è la fetta del panettone piccolo.

Questa l'ho fatta di giorno, è la fetta del grande.

Il panettone grande diviso a metà, prima di ridividerlo e metterlo in freezer come consigliano a pag. 151 le sorelle nel loro libro "Pane e roba dolce" che, tempo fa, ho ricevuto in regalo dalla carissima Manu
Ne ho fatto 1/3 della dose originale, sia perché era una prova e sia perché non potrei mangiarne tre da sola (potrei, potrei, ma è meglio di no ^-°!!!)


Questo l'ho rifatto il 19 dicembre nello stampo per panettone che, gentilmente, mi ha spedito Manuela.
E' da 500 gr, questa volta ho messo: uva sultanina e bucce di limone ed arance amare candite home made.
Senza taglio sopra, mi spiaceva rovinarlo.

E questo è l'interno ^-^!!


Primo giorno (sabato)
Ho fatto 3 rinfreschi (le proporzioni sono pari a 100% + 100% + 100%)
ore 8:00 .......... 20 gr di licoli + 20 gr di acqua + 20 gr di farina di forza
ore 16:00......... 60 gr di licoli + 60 gr di acqua + 60 gr di farina di forza
ore 24:00........ 180 gr di licoli + 180 gr di acqua + 180 gr di farina di forza

Secondo giorno (domenica)
Altri 2 rinfreschi (le proporzioni sono pari a 100% + 130% + 100%)
ore 11:00 ....... 10 gr di licoli rinfrescato il giorno prima (sabato) + 13 gr di acqua + 10 gr di farina di forza
ore 24:00 ....... 30 gr di licoli + 39 gr di acqua + 30 gr di farina di forza

Terzo giorno (lunedì)
Alle 10:00 circa ho fatto il poolish con tutto il licoli pluri-rinfrescato, 100 gr di acqua e 100 gr di farina di forza.

Alle 23:00 PRIMO IMPASTO

(tra parentesi riporto le quantità originali)

183 gr(550) di farina di forza
43. gr (130) di zucchero
47. gr (140) di burro morbido
83. gr (250) di acqua tiepida
75. gr (225) di poolish (con il restante ho fatto panini al sesamo)
2........... (6) tuorli d'uovo

Nella planetaria mettere i tuorli e l'acqua tiepida e mescolare. Unire poolish, zucchero, e burro morbido e continuare a mescolare.

Aggiungere la farina e far andare la frusta a gancio per 5-6 minuti.
Mettere l'impasto in una ciotola imburrata.

Coprire e mettere in un posto riparato per 12-14 ore, deve aumentare 3-4 volte.

Quarto giorno (martedì)

Alle 11:00 SECONDO IMPASTO

(tra parentesi riporto le quantità originali)

Tutto il primo impasto
90gr. (270) di farina di forza
47gr. (140) di burro morbido, non fuso
27gr.. (80) di acqua tiepida circa
8gr.... (25) latte condensato (in origine: latte in polvere)
17gr.. (50) di zucchero
100gr(350) di uva sultanina
............... fichi secchi qb (in origine: arancia e cedro canditi a cubetti 125+125)
3gr.... (10) di sale
3gr.... (10) di miele
3gr.... (10) di malto
2........ (6) tuorli d'uovo
1/3..... (1) stecca di vaniglia, solo i semi.


Nella planetaria mettere acqua, latte condensato, zucchero, tuorli, miele, malto, sale e semi di vaniglia, con un cucchiaio amalgamare il tutto ed unire la farina.

Aggiungere tutto il primo impasto e mescolare con la frusta a foglia. Unire poco per volta il burro, sempre mescolando fintanto che non si sarà assorbito.

Aggiungere l'uva sultanina ed i fichi secchi a tocchetti. Travasare l'impasto su carta forno (sarà circa 840 gr.)

Far lievitare, coperto e a campana, per 20-30 minuti circa.

Nel frattempo ho rivestito con carta forno due teglie da 18 cm e 10 cm di diametro.

Prima le basi e poi le pareti

Ho travasato l'impasto negli stampi: nel grande 680 gr, nel piccolo 160 gr.
Far lievitare in luogo caldo, scoperti, l'impasto deve arrivare sino al bordo dello stampo.

Questi, dopo 6 ore, non sembravano molto lievitati, li ho messi nel forno a 30°C per 2 ore e finalmente si sono gonfiati.
Con una lametta ho fatto una incisione a croce al centro di ogni superficie, ma per timore che si sgonfiassero, le ho appena accennate.

Cuocere in forno a 180°C per 30 minuti circa.

Infilzarli con due spiedini e capovolgerli per farli raffreddare.

Eccoli dopo 2 ore, si erano ben raffreddati.

Questa mattina era ancora più bello

Ne ho presa una fettina per assaggiarlo ed il resto l'ho diviso in quattro pezzi, avvolti in pellicola per alimenti, messo in un sacchetto e poi in freezer.

E' buonissimo!!!!!  

*******************************
Altri link relativi al lievito liquido (licoli)
*******************************