sabato 29 ottobre 2011

Gardaland: "Senti quante campane suonano"!

E' diventata una cosa inverosimile quello che avviene a Gardaland ogni volta che tra gli ospiti c'è una persona con sindrome di Down.
Ormai non passa giorno senza trovarsi a leggere di episodi veramente squallidi come quelli pubblicati dal blog AT21, ma anche da tanta stampa nazionale e dai siti web.

L'articolo pubblicato da www.superabile.it racconta di uno degli ultimi episodi di questo comportamento incivile.
E' incredibile che se la prendano anche con persone adulte che vengono ridicolizzate davanti a bambini di 2~3 anni. Quegli stessi bambini che saranno il nostro futuro e che potrebbero anche essere condizionati nei loro atteggiamenti nei confronti di una qualsiasi persona diversamente abile.
Io non sono mai stata a Gardaland, ma dopo quello che ho letto, non credo che mi farò mai tentare dall'andarci.

Per chi ne volesse sapere di più, rimando al blog AT21 di Antonella, dove ci sono tantissime testimonianze su quanto succede in quell'area di divertimento che divertimento non ne dà

Una giornata d'inferno
Forse non sapete che
Gardaland: quando a rispondere è un bimbo...
Gardaland: "Le due campane" attrazione accessibile a tutti


Elenco dei blogger che ne hanno parlato:

----------------------------------------------------------------------------------
Dopo tutte queste brutture, cerchiamo di addolcirci un poco il palato ma anche lo spirito, con una ricettina buona da mangiare e bella da vedere.

L'altro giorno ho preparato questa gustosa prima colazione, che andrebbe bene anche come merenda. Ho fatto delle porzioni individuali. E' semplice da realizzare sia come tempo che per gli ingredienti che in genere si trovano in casa. La voglio dedicare ai carissimi Cuochi Speziali che negli ultimi tempi non ci preparano più niente. Il venerdì era un bellissimo appuntamente con le loro stupende ricete.
Vediamo se con questo profumino si risveglia in loro la voglia di staccare i mestoli dalla parete.
Corn flakes con fette di mela gratinate
Occorrenti per 4 persone
30 gr di corn flakes plain (originali)
burro qb
2 mele con la buccia
2 cucchiai di miele
2 cucchiai di zucchero semolato
cannella in polvere qb
uva sultanina, noci a piccoli pezzi
Imburrare leggermente una teglia da forno, unire i corn flakes ed allineare le fette di mela. Versare il miele e cospargere lo zucchero misto alla cannella. Per ultimo aggiungere l'uva sultanina ed i pezzi di noci. Far gratinare con il grill per 10 minuti.

Annotazioni:
- Penso che sia meglio aggiungere l'uva sultanina e i pezzi di noci a metà cottura per non farli bruciacchiare come è successo a me.
- Questa è una ricettina che ho trovata tra le tante ricette che il supermercato vicino casa mette a disposizione gratuitamente per i suoi clienti, non pubblicizza nessun prodotto.
- Tra le note c'è scritto che si può usare qualsiasi tipo di corn flakes, vanno bene anche quelli al cioccolato o quelli alla frutta secca, danno tutti ottimi risultati. Io mi sono attenuta alla ricetta originale e l'ho molto apprezzata.

Che ne pensate carissimi "Cuochi Speziali"? Vi lasciate tentare??



venerdì 21 ottobre 2011

Profiteroles con pistacchi per l'MTChallenge


Anche questo mese non ho voluto mancare all'MTChallenge di ottobre, anche perché i dolci proposti da Stefania io non li avevo mai fatti. Ho sempre avuto timore a confrontarmi con i bignè: si gonfiano, non si gonfiano.

Ho fatto la dose per 12 bignè proposta da Stefania, attenendomi scrupolosamante alla sua ricetta ed alle sue indicazioni.

Per i bignè
37 ml di acqua
5 ml di latte
33 gr di burro
35 gr di farina
1 uovo
un pizzico di sale


Versare l'acqua, il sale ed il latte in un pentolino, aggiungere il burro tagliato a pezzetti e mettere sul fuoco. Portare a bollore. Quando il burro sarà sciolto e l'acqua bollirà, aggiungere la farina tutta in una volta e mescolare con un cucchiaio di legno. Far cuocere sino a quando il composto si asciuga e si forma una leggera patina biancastra nel fondo della pentola. Trasferire il tutto in una ciotola e far raffreddare continuando a mescolare. Aggiungere in 3 volte l'uovo precedentemente sbattuto. Far assorbire la prima parte e quindi aggiungere la seconda e poi la terza. Con l'aiuto di una sacca da pasticceria, fare i bignè appoggiandoli su una teglia imburrata. Cuocere in forno preriscaldato a 200°C per 12 minuti, quindi socchiudere la porta del forno mettendoci un cucchiaio di traverso e continuare la cottura fino a quando non diventano dorati.

Io li ho farciti con la Nutella

Per la glassa
80 gr di cioccolato al latte
70 ml di panna

Per lo spolvero
granella di pistacchi

Portare a bollore la panna, aggiungere i pezzi di cioccolato e farli sciogliere. Far raffreddare. Mescolare la crema con la frusta e tuffarci dentro, uno per volta, i bignè ripieni di Nutella, estrarli con l'aiuto di una forchetta ed allinearli su un piatto di portata creando una montagnetta.
Spolverare con granella di pistacchi e conservare in frigo. Prima di servire, tenere a temperatura ambiente per mezz'ora.
Devo ringraziare Stefania per aver dato anche a me la possibilità di confrontarmi con i bignè ed il profitteroles. Sono venuti veramente buoni.

Per l'MTChallenge di ottobre
L'emmetichallenge di Ottobre

giovedì 6 ottobre 2011

Quanti modi di fare e rifare i "Koulouria ripieni"


Ed eccoci ad Atene, nella cucina di Ornella del blog "Il giardino dei sapori e dei colori", per preparare tutte insieme i Koulouria ripieni per il nostro divertente progetto "Quanti modi di fare e rifare...." che con Ornella ed un bel gruppo di amiche food blogger portiamo avanti dall'inizio di quest'anno. Per conoscere le semplici e facili regole di questo cucinare insieme, vedere qui.

La volta scorsa, 6 settembre, insieme a (rigorosamente in ordine sparso): Francesca, Solema, Dauly, Elena, Libera, Stefania, Stella, Terry e Emanuela, Ornella ed io, siamo state nella cucina di Libera di Accantoalcamino's Blog per preparare gli "Gnochi de susini".
E' bellissimo ogni mese spostarci, grazie al web, da una cucina all'altra, in giro per il mondo.

Non conoscevo i Koulouria, devo ringraziare Ornella per avermeli fatti conoscere, l'impasto è facilissimo da fare, li ho fatti sia con "licoli" che con il lievito liofilizzato.

Koulouria di Ornella
La scelta del ripieno è lasciata alla fantasia personale, io ho usato tantissimi ripieni diversi, sia dolci che salati.

Per l'impasto con licoli ho seguito la ricetta di Ornella, diminuendo solo la quantità di licoli perché il mio nuovo licoli è mooooolto attivo, e cioè:

150gr di licoli (io 100gr)
300 gr di farina di forza
180 gr di latte intero
2 cucchiaini di sale
2 cucchiai di olio evo

Nella ciotola della planetaria ho sciolto licoli con tutto il latte tiepido, ho unito l'olio e la farina a cucchiaiate e fatto incordare. Ho lasciato riposare l'impasto per 30 minuti circa (autolisi), quindi ho aggiunto il sale e fatto impastare per una ventina di minuti. L'ho trasferito in una ciotola appena unta che ho coperto con pellicola per alimenti ed una salvietta, e l'ho fatto lievitare sino al raddoppio.
L'ho diviso in 10 pezzi e, sul piano lavoro ben infarinato, li ho appiattiti con le mani, ho messo dentro il ripieno prescelto. Ho arrotolato formando un cordoncino, stringendo l'impasto per sigillarlo bene, e chiuso ad anello. Con il pennello imbevuto d'acqua ho bagnato i koulouria e passati in un piatto pieno di sesamo facendolo ben aderire.
Ho messi i koulouria a lievitare in teglia ricoperta da carta forno per 1 ora e mezza (ad alcuni ho dato dei taglietti sul lato esterno ma non ne ero molto soddisfatta e gli altri li ho lasciati interi), ed infornati a 200°C per 25~30 minuti.
Fatti raffreddare un poco su una grata e mangiati ancora caldini, mmmmmmmuuuuuu buonissimi!!!!!!!!!!!

Li ho fatti e rifatti tantissime volte, li ho provati con moltissimi ripieni, sono tutti squisiti.

- Ricoperti di sesamo nero misto a sale grosso, tagli sui bordi, ripieni di prosciutto crudo e scaglie di parmigiano.
- Con sesamo bianco e ripieni di Nutella.
- Con sesamo bianco e briciole di noci, piccoli taglietti sui bordi, con ripieno di marmellata di arance amare e noci.

Ripieni di fettine sottili di kaki e scaglie di pistacchi, ricoperti di pistacchi spezzettati e semola rimacinata.
Lo so che i koulouria sono ricoperti di sesamo, ma ho voluto metterci qualcosa di mio come variante.

- Ripieno di scaglie di cioccolato fondente e nocciole, spolverato di semola rimacinata.

- Il primo in alto: con sesamo bianco, ripieno di cioccolato e noci.
- Secondo tipo: con sesamo nero misto a sale grosso, ripieno di pancetta e formaggio per pizza.
- Terzo tipo: con sesamo bianco e granella di pistacchi, ripieno di fichi e albicocche secchi tritati a punta di coltello.


Li ho fatti anche con il lievito liofilizzato, seguendo la ricetta con lievito di birra di Ornella, diminuendo la dose degli ingredienti:

140 gr di farina debole
35 gr di farina di forza
100 gr di latte intero
3 gr di lievito liofilizzato
6 gr di sale
10 gr di olio evo

Nella ciotola della planetaria ho versato tutto il latte tiepido, l'olio e le farine setacciate insieme al lievito liofilizzato, e fatto incordare. Ho lasciato riposare l'impasto per 30 minuti circa (autolisi), quindi ho aggiunto il sale e fatto impastare per una ventina di minuti. L'ho trasferito in una ciotola appena unta, che ho coperto con pellicola per alimenti ed una salvietta, e fatto lievitare sino al raddoppio.
Ho sgonfiato l'impasto e diviso in 4 pezzi e, sul piano lavoro ben infarinato, li ho appiattiti con le mani, ho messo dentro il ripieno prescelto. Ho arrotolato formando un cordoncino, stringendo l'impasto per sigillarlo bene, e chiuso ad anello. Con il pennello imbevuto d'acqua ho bagnato i koulouria e passati in un piatto pieno di sesamo facendolo ben aderire.
Li ho messi a lievitare in teglia ricoperta da carta forno fino al raddoppio ed infornati a 200°C per 25~30 minuti. Fatti raffreddare su una grata

- due sono intrecciati (due cordoncini) e ricoperti di sesamo bianco. L'interno di un cordoncino è con zucchero di canna e mirtilli rossi secchi, l'altro è con aroma arancia e albicocche secche.
- due con sesamo bianco e nero misto a sale grosso, interno con: ricotta e pepe nero.

Alcuni interni: (a sinistra) kaki e scaglie di pistacchi; (a destra) mirtilli rossi e albicocche secchi, zucchero di canna ed aroma arancia; ricotta e pepe nero.
Sono certissima che continuerò a sperimentare altri ripieni, mi piacciono veramente molto.
Prima di mangiarli io li riscaldo nel forno e ritornano subito come appena fatti.


Queste sono le versioni delle amiche che hanno partecipato questo mese

Versione di Elena.......................Versione di Fr@


Versione di Stefania ................. Versione di Dauly
...............
Versione di Stella ......................... Versione di Vale

Versione di Solema e Libera.........Versione di Ornella




Il prossimo 6 novembre 2011

tutti a casa di Dauly del blog "Cucchiaio e pentolone" per preparare La torta fritta di Parma
Non vedo l'ora di assaggiare quast'altra ricetta della nostra tradizione regionale.





***************************************************
***************************************************




*************************************
Altri link relativi al lievito liquido (licoli)
*************************************