venerdì 30 marzo 2012

Iwashi no nimono (Acciughe in umido)


Iwashi no nimono (Acciughe in umido)

Una preparazione facile e gustosa, e per di più molto economica. Nella cucina giapponese le preparazioni in umido sono tantissime, questa mi piace particolarmente.


(per 2 persone)
  • 6 acciughe
  • 3 cucchiai di acqua
  • 1 cucchiaio di salsa di soia
  • 2 cucchiai di yogurt matsoni
  • 1 cucchiaino zenzero grattugiato
  • 1 cucchiaio raso di zucchero
  • alcune foglie di alloro
  • un poco di shiso delle umeboshi (oppure sale)

Ho tolto le interiora alle acciughe e lavate sotto il filo dell'acqua del rubinetto (non si devono spappolare), allineate nella pentola di cottura e condite con salsa di soia, acqua, yogurt matsoni, zenzero e zucchero. Alcune foglioline di alloro, l'alga konbu e poco shiso preso dal vasetto delle umeboshi (shiso può essere sostituito da un poco sale).
Fatto cuocere a fuoco bassissimo per 10 minuti circa (Regolare a proprio piacimento i sapori).
Ho tolto le acciughe dalla pentola, ho eliminato l'alloro, l'alga konbu ed ho frullato con il minipimer la salsina che ho fatto restringere.
Ho servito le acciughe ricoperte di salsina.

La ricetta di riferimento è questa, modificata abbondantemente da me.


Con questa ricetta partecipo alla raccolta Un’acciuga al giorno del blog Poveri ma belli e buoni




Ringrazio di cuore Elio del blog "De qua e de la...." e Fabiana del blog "Fabipasticcio" per avermi donato questa bellissima riconoscenza. Spero veramente che questo mio blog sia affidabile anche se non ho tutto il tempo che vorrei per tenerlo sempre aggiornato ed in ordine.
Grazie carissimi amici, e scusate se ho ritirato il premio con così tanto ritardo.
E' da molto che non accetto premi, a causa di mancanza di tempo, per questo scusatemi se non lo passo a nessun blogger, pur conoscendone tantissimi meritevoli.
Regalo simbolicamente questo premio a chiunque voglia accettarlo.

venerdì 23 marzo 2012

Menù yogurtoso greco-nipponico a quattro mani


Antipasto
Chawan-mushi di formaggi

Primo piatto
Ravioli allo yogurt con ripieno di feta e lattuga romana

Secondo piatto
Tori-tsukune con salsa di yogurt

Dolce
Tortine yogurt e limone

Anna e Ornella

L'ingrediente comune a tutte le ricette è lo yogurt (greco e matsoni). Le ricette preparate da Ornella si possono visualizzare interamente nel suo blog, basta cliccare sul nome della ricetta.


Iniziamo con
Antipasto:
Chawan-mushi di formaggi
(per 2 persone)
  • 80 gr di latte
  • 50 gr di yogurt greco homemade
  • 1 cucchiaio di pecorino grattugiato
  • 1 cucchiaio di parmigiano grattugiato
  • 20 gr di camembert
  • 1 uovo
  • alcuni funghetti
  • sale e noce moscata


(mushi=cottura a vapore)
Ho riscaldato il latte e fatto sciogliere il pecorino ed il parmigiano, appena diventato tiepido ho aggiunto lo yogurt e l'uovo sbattuto, sale e noce moscata grattugiata.
Dentro le tazze "chawan" ho messo i funghetti ed il camembert a dadini ed ho versato la salsina. Ho messo il coperchio di chawan e inserite nella pentola per la cottura a vapore.
Ho fatto cuocere 5 minuti a fuoco medio e 10 minuti a fuoco bassissimo.

La ricetta di riferimento è questa, anche se nessun giapponese preparerebbe mai "chawan-mushi" ai formaggi.




Secondo piatto:
Tori-tsukune con salsa in yogurt

(polpette di pollo per 2 persone)
  • 170 gr di macinato di pollo
  • 1/2 cucchiaio di crema di zenzero
  • erba cipollina

salsa A

  • 2 cucchiai di salsa di soia
  • 1 cucchiaio di sake
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 2 cucchiai di fecola di patate
  • 1 cucchiaino di sesamo bianco

salsa B

  • 100 gr di yogurt matsoni homemade
  • 50 ml di brodo vegetale
  • 1/3 di cucchiaino di curcuma
  • erba cipollina

Ho unito al macinato di pollo la crema di zenzero e l'erba cipollina ad anelletti. Ho diviso in 12 pezzi e, con le mani bagnate, li ho arrotondati a forma di polpette che ho fatto cuocere (pochi per volta per non farli attaccare) in acqua bollente salata, per alcuni minuti.
Le ho messe a sgocciolare e poi passate nella salsa A (dopo aver mescolato insieme tutti gli ingredienti) Le ho infilzate in spiedini di bambù e fatte dorare in forno, spennellandole ogni tanto con la restante salsa A.
Nel frattempo ho fatto sobbollire il brodo vegetale con lo yogurt matsoni (salsa B) e fatto addensare, Ho frullato con il minipimer ed aggiunto la curcuma.
L'ho versata nella piccola salsiera individuale ed aggiunto gli anelletti di erba cipollina.

Per questa ricetta ho preso spunto da questo sito, ma l'ho rivoluzionata completamente.


Dolce:
Tortine yogurt e limone di Ornella

Io e Ornella abbiamo preparato questo menù a quattro mani per Franci ed il suo simpaticissimo contest "Metti una sera a cena", prendete posto ce n'è per tutti! Magari accompagnato da Shōchū oppure da un buon Ouzo con ghiaccio...Καλή όρεξη e 戴きます cioè Buon appetito!!




giovedì 22 marzo 2012

Quanti modi di fare e rifare...gli auguri di compleanno


Soffici biscotti al matcha
Appena ci è stato fatto notare che sarebbe stato bello festeggiare insieme, e nel giorno esatto, il compleanno di Stefania, "Quanti modi di fare e rifare" ha accettato subito con entusiasmo. L'opportunità di far festa è sempre una bellissima cosa, soprattutto in questo periodo molto problematico fa bene ridere, scherzare, festeggiare. E poi nelle nostre cucine aperte regna la condivisione, il divertimento, il piacere dello stare insieme, anche se virtualmente. Ci piace il clima di grande famiglia che si è instaurato, ed è qui che ci piace festeggiare anche i compleanni, quelli che si preferisce condividere.
Dalla cucina sita in Giappone di "Quanti modi di fare e rifare", questi dolcini sono per te carissima Stefania, con grande affetto.
Ma, dato che è anche il compleanno di Ray, il figlio di VickyArt, della suocera e del nipotino di Ornella, li dividiamo tutti insieme, ti va?
Buon Compleanno, Augurissimi
a tuttiiiiii !!


  • 45 gr burro
  • 30 gr brown sugar (zucchero di canna)
  • 1 tuorlo
  • 1/3 cucchiaino di aroma arancia
  • 3 gr matcha
  • 60 gr farina per dolci
  • gherigli di noci qb
  • crema di cioccolato
Con una frusta mescolare il burro (lasciato ammorbidire a temperatura ambiente) con lo zucchero e, continuando a mescolare, aggiungere il tuorlo e l'aroma arancia. Quindi, unire matcha e farina setacciati insieme, quando è ben amalgamato. Dando all'impasto la forma desiderata, avvolgerlo in pellicola per alimenti e tenere in frigo per almeno 30 minuti. Tagliare ad uno spessore di 5 mm e cuocere per 15 minuti a 180°C.
Spalmare la crema di cioccolato fra due biscotti, guarnire con pezzi di noce. Qui per la ricetta di riferimento, abbondantemente modificata da me.
E visto che sono biscotti soffici e morbidosi,
li lascio a Stefania per la sua ultima raccolta
"Piccole dolci delizie"


*******************************************************************
E ci sono anche gli auguri da parte della nostra amica Maria Vittoria, arrivati via e-mail:

Torta Marmor
Ho preparato per Stefania questa torta Marmor, accompagnata da crema pasticcera aromatizzata al limone oltre a fragole e panna, fatta così:
  • 250 gr di farina
  • 300 gr di zucchero vanigliato home
  • 3 uova
  • 125 gr di burro
  • buccia di limone non trattato grattuggiata
  • un pizzico di sale
  • 50 gr di cacao amaro
  • mezzo bicchiere di latte
  • 1 bustina di lievito per dolci
Ho lavorato il burro lasciato a temperatura ambiente con lo zucchero ed inserito le uova uno alla volta, il pizzico di sale e la scorza di limone grattuggiata. Ho aggiunto la farina setacciata e qualche cucchiaio di latte. Dopo aver ben lavorato il composto ho unito il lievito setacciato, mescolato bene e diviso l'impasto in due parti. Ho aggiunto il cacao ed il latte rimanente ad una delle due parti, imburrato uno stampo da 24 cm e versato il composto chiaro e il composto scuro alternandoli. Ho cotto la torta in forno a 180° per 45 minuti lasciandola, a cottura ultimata, nel forno spento ancora per una decina di minuti e poi l'ho fatta raffreddare su una griglia.
Ho servito con una classica crema pasticcera (fatta con latte, tuorli d'uovo, zucchero, farina) aromatizzata con un po' di limone, fettine di fragola, ciuffetti di panna montata e una spolveratina di cannella.
Puoi gustarla servita in due versioni: con la crema pasticcera spalmata sulla fetta di torta ricoperta poi di fragole e decorata con panna e cannella oppure con un fiore di crema pasticcera, fragole e panna a lato della fetta di torta il tutto sempre con una spolverata di cannella.
BUON COMPLEANNO e TANTI, TANTI AUGURI !!!
*******************************************************************
Ci rivediamo il 6 aprile tutte a casa di Federica (Note di cioccolato)
per la "La pizza o schiacciata di nonna Maria"