giovedì 30 agosto 2012

Lievitati con licolfrutta

Girandole dolci

A luglio, con Ornella, abbiamo dato vita a diversi licol-frutta, nuovi lievitanti partiti con l'aiuto di infusione di frutta varia. Con licol-frutta ho preparato molti lievitati le cui ricette ancora non ho finito di pubblicare. Ho già pubblicato, per i lievitati con licolprugna, i "Muffin inglesi" e i "Panini allo yogurt". Adesso è la volta delle "Girandole dolci" e del "Tarallo con semi di sesamo"
Purtroppo non riesco più a trovare gli appunti dei "Muffin briosciosi" e dei "Kurumi-pan" (pane alle noci), appena li rifaccio inserisco le ricette.

Per le girandole dolci
La ricetta è quella dei cornetti panosi che ho fatto circa un anno fa con il nuovo licoli che avevo creato a metà agosto.

Sciogliere licolanguria con l'uovo e l'acqua, unire lo zucchero, la farina, l'aroma arancia e mescolare. Lasciar riposare per 30 minuti circa.
Aggiungere il sale e poco per volta il burro a pezzi facendo amalgamare bene, travasare in una ciotola appena unta d'olio, coprire con pellicola per alimenti e lasciarlo lievitare coperto per un'ora circa.

Dividere l'impasto in 10 pezzi da 25 gr l'uno, fare dei cordoncini ed avvolgerli alla base dei coni per cornetti. Sistemarli in una teglia ricoperta da carta forno e far lievitare per 2 ore circa.
Spennellare con latte e cuocere in forno preriscaldato a 160°C fintanto che diventano dorati (25~30 minuti circa).
Far intiepidire e togliere il cono. Noi le abbiamo mangiate con del gelato alle ciliege con sopra un poco di aroma limoncello.


*************************


Tarallo con semi di sesamo

Questo è un pane molto semplice, per questo buonissimo. E' molto soffice. L'impasto è un poco morbido ed allora non ha lievitato in altezza ma in larghezza.

Per il tarallo con semi di sesamo nero
  • 160 gr di licolpesca
  • 90 gr di latte
  • 200 gr di farina di forza (12% di proteine)
  • 20 gr di olio evo
  • 1/2 cucchiaino di sale
Nella planetaria versare il latte e sciogliere licolpesca, aggiungere la farina ed il latte. Far amalgamare gli ingredienti e fermare la planetaria per 30 minuti circa (autolisi).
Rimettere ad impastare ed unire il sale, quando è ben incordato trasferire l'impasto in una ciotola appena unta, coprire e far lievitare sino al raddoppio.

Sgonfiare delicatamente l'impasto e dare la forma del tarallo, lasciare lievitare sino al raddoppio, dare dei tagli ai quattro lati, spennellarlo con il latte e spolverizzare del sesamo nero.
Far cuocere a 220°C per 15 minuti e fino a cottura a 200°C.
Farlo raffreddare su una grata quel tanto che basta, perché è buonissimo mangiarlo ancora caldo.
Ho tagliato una bella fetta su cui ho adagiato un uovo al tegamino con solo sale e curcuma.
Goduria pura :D

*******************************
Altri link relativi al lievito liquido (licoli)

*******************************

sabato 18 agosto 2012

Un dolce di compleanno inusuale

Per il mio compleanno (che è oggi) mia figlia mi ha preparato un dolce inusuale e buonissimo.
Anche a lei, come a me, piacciono le ricette del forum "Cookpad" ed è qui che ha trovato la ricetta di questo meraviglioso ほんわか和風パウンドケーキ "Honwaka wafuu paundo ke-ki" (soffice pan di spagna alla giapponese).
Questa volta ho fatto solo la fotografa dato che ero la festeggiata :D
# 200 gr di farina auto-lievitante (zuccherata)
# 1/2 cucchiaino di shio-kouji (vedere anche qui)
# 180 ml di latte di soia
* 5~6 cucchiai di tsubu-an (pesto di azuki)
* 2 cucchiai di gherigli di noci
1 cucchiaino di matcha
Dopo aver mescolato gli ingredienti (#) in una ciotola, dividere in due parti. In una delle due parti aggiungere matcha e amalgamare bene.
Imburrare una tortiera da 16 cm di diametro e travasare l'impasto con matcha, sopra questo sovrapporre l'impasto bianco.
In una ciotola mescolare (*) tsubu-an (pesto di azuki) con i gherigli di noci spezzettati e ricoprire la parte centrale della superficie della torta.
Cuocere in forno preriscaldato a 180°C per 20~25 minuti. Fare la prova stecchino, se è asciutto la torta è pronta.
Quest'anno il mio compleanno è stato molto bello, ho ricevuto un dolce fatto dalle manine di mia figlia è un regalo da mio marito (quello che si intravede dietro al dolce) che in più ha sfidato delle fameliche zanzare per preparare un ottimo barbecue per la nostra cena.
Ho detto che anche domani è il mio compleanno, ma non ci hanno creduto ;-)

domenica 12 agosto 2012

Lievitati con licolprugna

Muffin inglesi
A luglio, con Ornella, abbiamo dato vita a diversi licol-frutta, nuovi lievitanti partiti con l'aiuto di infusione di frutta varia. Tra questi licolprugna con il quale ho preparato tanti lievitati, tutti buonissimi.
I due lievitati che presento sono i Muffin inglesi ed i Panini allo yogurt.

Ho cercato in rete la ricetta di questi muffin, ho preso come riferimento questa che ho modificato per adattarla al lievito liquido. I muffin inglesi possono essere cotti sia al forno che in padella, io ho scelto questo secondo metodo.
  • 37 gr di latte
  • 37 gr di acqua
  • 5 gr di zucchero vanigliato
  • 13 gr di burro fuso
  • 160 gr di farina di forza
  • 80 gr di licolprugna
  • un pizzico di sale
Far bollire il latte e sciogliervi lo zucchero, unire l'acqua ed il burro fuso. Nella planetaria unire questi liquidi alla farina ed a licolprugna e mescolare per qualche minuti, far riposare per 20 minuti circa (autolisi). Unire il sale e far incordare l'impasto. Far lievitare sino al raddoppio

Stendere l'impasto e tagliare delle losanghe o dei dischi che possono essere cotti in padella o in forno a 190° fino a che si gonfino, rigirarli dall'altro lato e far cuocere per alcuni minuti.
Anche questi tondi sono molto buoni, li ho farciti con prosciutto crudo e marmellata di ciliege. Con questi muffin inglesi ci sta bene sia il dolce che il salato

*************************


Panini allo yogurt
  • 160 gr di licolprugna
  • 180 gr di yogurt greco
  • 150 gr di farina di forza
  • 150 gr di semola rimacinata
  • 20 gr di olio evo
  • 1 cucchiaino scarso di sale
Nel boccale della planetaria sciogliere licolprugna con lo yogurt greco e l'olio, unire le farine setacciate ed amalgamare con un cucchiaio, far riposare per 30 minuti circa (autolisi). Unire il sale e mettere in funzione la planetaria, far andare fintanto che l'impasto non si stacchi dalla parete della planetaria.
Mettere l'impasto in una ciotola appena unta d'olio e lasciar lievitare sino al raddoppio. Dividere l'impasto in pezzi da 50~60 gr e formare dei panini. Allinearli su una teglia ricoperta da carta forno e rimettere a lievitare.
Riscaldare il forno a 250°C, fare dei tagli ai panini e far cuocere 10 minuti a 220°C e a 180°C sino a cottura.
Restano morbidi per 4~5 giorni se, appena freddi, vengono inseriti in sacchetti di plastica per alimenti.

*******************************
Altri link relativi al lievito liquido (licoli)

*******************************