domenica 9 novembre 2014

Quanti modi di fare e rifare i Caronsei

Ma quanto è piacevole ritrovarci!! La nostra bella iniziativa ideata dalla Cuochina di Quanti modi di fare e rifare ci porta sempre allegria a profusione e ci insegna a fare tante ricette che fanno parte del patrimonio culinario della nostra bella Italia.
Lo so che ormai è ben noto a tutti che, da settembre di quest'anno, i nostri incontri avvengono la seconda domenica del mese, alle 9:00 (qui per saperne di più), ma penso che non faccia male ripeterlo.
Oggi siamo a casa della nostra carissima amica Nadia per fare i suoi Caronsei. Le abbiamo messo sottosopra la cucina, ma lei sempre sorridente e felice, ci ha mostrato come preparare questa squisita ricetta della sua famiglia. Grazie cara Nadia, anche noi abbiamo sentito il buon sapore della vostra cucina.
Io, oltre al fatto che ne ho preparati 1/5, ho dovuto cambiare alcuni ingredienti, ho cercato di trovare quelli più vicini agli originali (qui per la ricetta di Nadia). Spero di non averla rivoluzionato molto.
Per il ripieno
2 friselle  home made (100 gr circa)
120 gr di latte tiepido
50 gr di parmigiano grattugiato
1 uovo
alcune piante di spinaci (40 gr circa)
erba cipollina qb
40 gr di prosciutto crudo
40 gr di prosciutto cotto
pepe nero qb
sale qb
10 gr di burro

Per l'impasto
200 gr di farina debole
1 uovo
acqua qb
1 cucchiaio di olio evo
sale

Per condire
20 gr di burro
1/2 spicchio d'aglio
salvia
parmigiano grattugiato

1) Il una ciotola ho messo una frisella in ammollo nel latte tiepido. Scottato, strizzato e sminuzzato gli spinaci. Ho tritato a coltello prosciutto crudo e cotto.
2) In una padella ho fatto sciogliere il burro ed ho fatto appassire l'erba cipollina sminuzzata, quindi ho aggiunto il prosciutto crudo e cotto e gli spinaci.
3) Ho grattugiato l'altra frisella.
4) Nella ciotola (1), la frisella era ormai morbidissima, ho messo il contenuto della padella (2), il parmigiano grattugiato, l'uovo, il pepe e poco sale, ed infine la frisella grattugiata (3). 
Il condimento era consistente, non morbido. Ho coperto e messo in frigo.
Il giorno dopo ho fatto l'impasto con farina, uovo, olio, sale e acqua tiepida qb. L'impasto era un poco nervoso a causa dell'uovo e dell'olio, l'ho coperto con una ciotola e l'ho lasciato riposare per 30 minuti circa.
Ho tirato l'impasto con la macchina della pasta e con un coppa pasta ho tagliato dei dischi di 8 cm circa, ne sono venuti 22. 
Ho allungato a salsiccioto il condimento e l'ho diviso in 22 parti. Con l'aiuto della formina dei ravioli cinesi sono riuscita a fare dei caronsei quasi "perfetti", lo so che chi si vanta da solo......  ;)
Li ho allineati in un vassoio infarinato e lasciati asciugare un'ora circa. Ho fatto cuocere i caronsei in acqua bollente salata a cui ho aggiunto pochissimo olio evo, dopo 5 minuti circa li ho scolati, impiattati, spolverati con parmigiano appena grattugiato ed irrorati col burro, che avevo fatto sciogliere con l'aglio ed alcune foglie di salvia.
Per finire, alcune foglie di salvia appena colte ed una leggera grattata di pepe nero. Ne ho cotti 10, gli altri li ho messi in freezer, li mangeremo durante le prossime feste.


  Il prossimo 14 dicembre saremo da Donatella 
per prepararci per Natale
tratta dal libricino della sua nonna
************************** 
Ricordo che il blog della Cuochina è
"Quanti modi di fare e rifare"
il suo indirizzo di posta elettronica è:
quantimodidifareerifare@gmail.com
che da settembre gli incontri dei "Quanti modi" avvengono
la seconda domenica del mese, alle 9:00
Qui per vedere la lista di tutte le ricette
e che ci si può incontrare su